Il Pil italiano, il lost decade, l’America e lo zoom out

E così ci ritroviamo a guardare quel maledetto 0,3 del Pil di nuovo negativo. Con enfasi e senza capirci granché, come nota Massimo Russo. Diciamo “recessione” perché così si dice, è una convenzione. Ma il mondo è più complesso di una volta.
Per esempio, la flessione del primo trimestre era stata dello 0,5%, ovvero 1,7 miliardi di euro (il primo trimestre 2013 valeva 342 miliardi, il primo trimestre 2014 valeva 340 miliardi): alcuni pensano il calo fosse dovuto soprattutto al minore consumo di gas: perché era inverno e faceva caldo.

Poi arriva il New York Times e ci spiega che abbiamo perso un decennio. Va bene. È pure vero, e si condivide su Facebook che è un piacere. Ma il confronto con gli Stati Uniti d’America può confondere.

Copia di tripledipitaly Continua a leggere

Gerarchia cercasi, il tempo è solo una delle variabili

Dopo lunghe esitazioni, il New York Times ha ‘stampato’ una app per far leggere ai propri lettori il giornale, come quello di carta, sul proprio iPad. L’idea è che vedere con cosa ‘apre’ la pagina il Nyt è ancora davvero importante. È un piccolo fallimento delle mille app mobile? No, è un discorso diverso.
Il tempo è solo una variabile rispetto alla scelta delle notizie (o di essere informati). I lettori vogliono scegliere le fonti, certo, ma cercano anche autorevolezza.
Un esperimento intelligente arriva – come spesso capita – dal Financial Times. La premiata app mobile ospita una funzione doppia: vuoi l’edizione live del Ft su iPad, o l’edizione del mattino del Ft su iPad? Digital first, soprattutto content first.

20131217-191200.jpg